Nuova Classe A 2018: Svelate in anteprima le foto degli interni.

Novità

L'innovativo abitacolo della Classe A rivoluziona la classe delle compatte dall'interno regalando una sensazione di spaziosità del tutto inedita. Cuore di quest'architettura particolare è soprattutto la plancia portastrumenti all'avanguardia. Chi ci guadagna è la spaziosità, notevolmente aumentata.

Ambasciatrice della nuova generazione di auto compatte, l'anno prossimo la nuova Classe A rileverà un modello di successo che ha contribuito in modo determinante a ringiovanire il brand Mercedes-Benz: chi guida questo modello oggi in Europa, il più innovativo tra le auto compatte, ha in media 13 anni in meno rispetto ai guidatori della serie precedente. Ma la rivoluzione continua: la prossima Classe A ridefinisce il lusso moderno all'interno dell'abitacolo in modo completamente nuovo. Allo stesso tempo è più fruibile e quindi è giovane come sempre, ma adulta come non lo è mai stata.

«La nuova Classe A rappresenta il passo successivo della nostra filosofia di design della limpida sensualità e ha tutte le carte in regola per aprire una nuova era del design», afferma Gorden Wagener, responsabile design di Daimler AG. «Gli interni sprigionano un lusso moderno, che raggiunge un livello inedito in questa classe di vetture e traghetta la User Interface nell'era digitale.»

L'architettura degli spazi, i display e gli elementi di comando della nuova Classe A sono unici in questo segmento. La plancia portastrumenti è suddivisa in due corpi orizzontali: il corpo inferiore è diviso dal corpo principale da una specie di “solco” e sembra essere sospeso davanti alla plancia portastrumenti. L'illuminazione di atmosfera (a richiesta) rafforza questo effetto sottolineando l'impressione di sospensione della struttura inferiore.

La plancia con display widescreen di serie è completamente libera: per la prima volta non c'è neanche la classica calotta sopra gli strumenti. Un'altra particolarità sono le bocchette di ventilazione sportive che ricordano le turbine degli aerei.

La Classe A si ispira alle vetture Mercedes-Benz di classe superiore anche in molti altri dettagli. Il volante multifunzione, ad esempio, è stato ripreso dalla Classe S. Anche per quanto riguarda il vano anteriore, con la funzione di climatizzazione dei sedili, la funzione di massaggio e i sedili Multicontour, fanno il loro debutto equipaggiamenti comfort di segmenti superiori. Per lo stile “wrap-around” e la scelta dei materiali (qualità di legno a poro aperto), gli elementi decorativi sottolineano il carattere di modernità e raffinatezza.

L'abitacolo, più grande, offre una maggiore sensazione di spaziosità e una migliore visibilità. La fruibilità aumenta grazie al maggiore spazio per le spalle (ant. +9 mm, post. +22 mm), alla larghezza per i gomiti (ant. +35 mm,post. +36 mm) e allo spazio sopra la testa (ant. +7 mm, post. +8 mm). Un altro vantaggio della nuova Classe A è l'accesso più agevole al vano posteriore. Con una capacità di 370 litri, il bagagliaio offre 29 litri in più rispetto al modello precedente: ciò si traduce in una maggiore libertà sia quando si viaggia con la famiglia, sia quando si utilizza l'auto per il tempo libero. Grazie alle luci posteriori divise in due parti, l'apertura di carico è di 20 cm più larga rispetto a prima e il pianale è più lungo di 11,5 cm. Inoltre è possibile portare lo schienale del divano posteriore in posizione più verticale per riporre, ad esempio, scatoloni ingombranti. La visibilità complessiva è migliorata del dieci per cento circa.

Fonte: mercedes-benz.it